Le cantine

Piccola cantina storica

 

Per i loro vini, i Losi utilizzano tre cantine di cui la più vecchia, situata nel Podere Fontino, è utilizzata per la fermentazione malolattica e per l’invecchiamento delle Riserve Superiori. La cantina, appartenuta ai monaci certosini di Pontignano, è caratterizzata da uno spazio limitato, dove il vino può comunicare solo con poche persone con le quali instaura il dialogo della sua trasformazione, fatta di complessi giochi biochimici, attraverso i tipici profumi, colori e sapori.

 

 

Cantina dell’ invecchiamento

 

La cantina del sottopasso, costruita dai Losi dopo la fondazione dell’azienda nel 1954 è attualmente utilizzata come luogo scelto per l’ invecchiamento. Al suo interno si trovano barriques rispettose e garanti della tenuta del vino nel tempo e botti di rovere francese per l’invecchiamento del Chianti Classico e delle Riserve.

 

 

 

 

Cantina dell’ innovazione

 

La Nuova Cantina, ultimata nel 1995, contiene vasi vinari altamente tecnologici in acciaio inox con una capacità superiore ai 2400 ettolitri. In questa cantina una sezione è dedicata alle varie fasi della fermentazione controllata del mosto. Un’altra sezione alla nuova linea d’imbottigliamento dei vini ed allo stoccaggio. All’interno di questa cantina si trovano anche la sala degustazione e gli uffici.